Il buon equilibrio tra proprietà chimiche e meccaniche rende le resine e i fotopolimeri ideali in molti settori che richiedono un alto livello di dettaglio, come ad esempio nel settore aerospaziale, automobilistico, robotica o in campo medico.

Va tuttavia ​​detto che le parti stampate partendo da resine e fotopolimeri sono relativamente fragili e, se esposte al calore del sole, potrebbero essere soggette a deformazione.

Stampa 3D in fotopolimeri

Fotopolimerizzazione: cos’è?

La tecnologia di stampa 3D a fotopolimerizzazione utilizza un fotopolimero liquido che viene indurito strato dopo strato tramite l’applicazione di calore selettivo. Questo processo consente la costruzione di oggetti fisici 3D con precisione e dettaglio fino al completamento. È una metodologia efficace per la creazione di prototipi e oggetti personalizzati.

Scopri tutti i dettagli
Stampa 3D fotopolimerizzazione

Stampa 3D in fotopolimeri: Tecnologia DLP

La tecnologia di stampa 3D DLP (Digital Light Processing) utilizza un proiettore per fotopolimerizzare una resina fotosensibile e generare un componente ad uso definitivo.

Il DLP consente di ottenere componenti con precisioni e finiture da stampaggio ad iniezione e permette di ottenere una produttività molto elevata a causa della fisica del processo. Ciò ci consente di rispondere velocemente ad esigenze e richieste di qualsiasi natura, dai giocattoli a stampi per gioielli, stampi dentali e altri oggetti con dettagli raffinati.

Abbiamo a disposizione materiali elastici (con diversi gradi di durezza shore A), materiali resistenti alle alte temperature (fino a 300 °C), materiali biocompatibili e certificati antifiamma.

Tecnologia di stampa 3D in fotopolimeri DLP

Stampa 3D in fotopolimeri: Tecnologia SLA

La tecnologia SLA (stereolitografia) utilizza una fonte di luce, come un fascio laser o un proiettore, per trasformare fotopolimeri in plastica dura. Ciò consente la creazione di oggetti ad alta risoluzione, precisione e versatilità, con dettagli molto accurati. A differenza della tecnologia DLP, la stampa SLA offre finiture superficiali più lisce, poiché la resina viene polimerizzata punto per punto sul piatto di stampa.

Durante il processo SLA, un fascio concentrato di luce ultravioletta o laser crea ogni strato dell’oggetto desiderato utilizzando la reticolazione o la degradazione di un fotopolimero liquido contenuto in una vasca.

Stampa 3D in fotopolimeri SLA

Stampa 3D in fotopolimeri: materiali

La stampa 3D da resine utilizza particolari materiali dotati di elevata elasticità, rigidezza o altre caratteristiche speciali dettate dall’occorrenza.

stampa 3d in fotopolimeri: Tough Clear

Figure 4 Tough Clear

Materiale trasparente ad alte prestazioni che offre stabilità ambientale ai raggi UV, all’umidità e chiarezza fino a 8 anni. La traslucenza può essere resa completamente trasparente con la post-elaborazione.

materiale stampa 3d fotopolimeri: Figure 4 tough 60c White

Figure 4 Tough 60C White

Con una temperatura di sollecitazione di 65˚C e un allungamento alla rottura del 23%, questo tecnopolimero ideale per per parti durature che necessitano di resistenza e flessibilità. È richiesto anche per gli indossabili che toccano la pelle e le parti mediche che richiedono la capacità biocompatibile ISO-10993-5 e 10993-10.

materiale stampa 3d fotopolimeri: Figure 4 tough 65c black

Figure 4 Tough 65C Black

Termopolimero nero versatile ad alte prestazioni, dotato di eccellente resistenza agli urti, con  temperatura di sollecitazione di 70 ˚C, allungamento alla rottura del 35% e infiammabilità UL94 HB

materiale stampa 3d fotopolimeri: high temp 150c fr black

Figure 4 High Temp 150°C FR Black

Termopolimero ritardante di fiamma, conforme allo standard UL94 V0 con temperatura di sollecitazione >150 ˚C. È ideale per parti di produzione in plastica per le applicazioni dei settori aerospaziale e difesa, automotive e sport motoristici, nonché elettronica di consumo.

materiale stampa 3d fotopolimeri: rubber 65 a blk

Figure 4 Rubber 65A BLK

Fotopolimero ad alte prestazioni con resistenza alla lacerazione. Con durezza Shore 65A e conformità agli standard dei test di infiammabilità UL94 HB, consente di creare parti in gomma con proprietà performanti in produzione.

materiale stampa 3d fotopolimeri: hi tem 300 amb

Figure 4 HI Temp 300-AMB

Termopolimero traslucido resistente alle alte temperature, con HDT oltre i 300 °C a sollecitazione sia bassa che elevata (HDT a 0,455 e 1,82 MPa), ideale per HVAC, elettrodomestici di consumo, cabine motore, statori, stampi e simili

materiale stampa 3d fotopolimeri: pro blk 10

Figure 4 PRO Black 10

Termopolimero rigido ad alte prestazioni, con proprietà meccaniche termoplastiche e stabilità ambientale a lungo termine. Presenta una temperatura di sollecitazione di 70˚C, un allungamento alla rottura del 12% e un’infiammabilità UL94 HB.

Stampa 3D in fotopolimeri: possibili utilizzi

Le nostre resine possono essere utilizzate in molti settori grazie alle qualità estetiche e alla possibilità di creare prodotti con un elevato grado di dettaglio:

  • Produzione di modelli per parti di gioielleria
  • Produzione di parti rigide
  • Prototipi di beni di consumo e componenti elettronici
  • Prodotti di largo consumo
  • Prodotti da verniciare o placcare
  • Modelli concettuali e di marketing
  • Contenitori e involucri
  • Flessibili, tubi, guarnizioni a strisce per isolamento, elementi di tenuta, rondelle, guarnizioni
  • Applicazioni mediche

Perché scegliere la stampa 3D in fotopolimeri?

La stampa 3D in fotopolimeri e resine può essere utilizzata per costruire quasi tutto ciò che riguarda la prototipazione o la produzione di modelli dalle caratteristiche eccellenti, garantendo enormi vantaggi:

  • Alta qualità finale
  • Proprietà elastomeriche
  • Resistenza alle alte temperature
  • Personalizzazione nella produzione
  • Rapidità di produzione
  • Costi ridotti

Continua a leggere